4° Meeting di progetto Erasmus+ “E.S.E.” – con European Senior Exchange

Dall’11 al 14 aprile 2022 con i soci dell’associazione Agorà Laboratorio Terza Età Protagonista onlus, abbiamo partecipato on line al meeting organizzato dall’Iniziative Centre for Education di Zagabria all’interno del progetto Erasmus+ European Senior Exchange. In questa occasione alcuni membri del progetto si sono recati sul posto, dando avvio a quella interessante esperienza di dialogo e di scambio tra membri del progetto, che fin’ora era stato impossibile realizzare nelle fasi precedenti a causa
della emergenza sanitaria.

Innanzitutto, ringraziamo per aver messo a disposizione il collegamento che ci ha permesso di seguire a distanza fin dalla prima giornata. L’organizzazione della modalità “mista”, ovvero contemporaneamente in presenza e a distanza, non è mai facile, ma ha permesso ai nostri longevi over 70 di poter seguire le attività sentendosi sicuri, vista la situazione ancora non del tutto normalizzata, e grazie alla proposta fatta è stata una esperienza piacevole anche se non sempre facile.

I soci volontari di Agorà hanno così potuto far parte “da remoto” del gruppo che sul posto ha sperimentato il Corso di Lingua Inglese con il Metodo Callan. Il secondo giorno è stato organizzato un briefing per valutare l’andamento e implementare l’esperienza. La proficua riunione di coordinamento ha permesso di fare il punto della situazione: ai nostri partecipanti, che pur si stavano impegnando al
massimo, era necessario un livello base d’inglese, diverso dal livello mediamente più alto che gli altri membri utilizzavano in presenza!
Il partner croato ci ha prontamente messo a disposizione una lezione “ad hoc” per poter sperimentare il metodo con un insegnante dedicato. Con questa proposta tutti i soci si sono sentiti subito a loro agio, emozionati ed entusiasti di poter fare esperienza: con il livello adeguato tutti si sono sentiti soddisfatti nel riuscire a ripetere le giuste parole con la giusta dizione!


In questa community multilingue, dove i professionisti dell’apprendimento degli adulti possono trovare spazi di condivisione di buone pratiche, ma anche di miglioramento delle esperienze di apprendimento, penso di poter suggerire che, per il futuro, sempre più vada integrata l’opportunità di organizzare incontri e formazioni in modalità mista, dove il formatore potrà rivolgersi a turno sia ai presenti sia a coloro che seguono a distanza, usando la modalità d’insegnamento attivo, senza necessariamente dover suddividere i gruppi (in sola presenza o solo a distanza) favorendo così momenti preziosi di inclusione.

Bravi a tutti i soci agorà che si sono messi in gioco, non solo sul piano linguistico ma anche su quello tecnologico! Bravi per aver saputo essere “protagonisti” su un piano, quello della lingua straniera, molto sfidante, dove sarebbe stato più facile lasciar andare, e che invece è stato accolto, a garanzia del grande valore che Agorà rappresenta nel suo modello di longevità attiva capace di apprendere lungo l’intero
arco della vita!

Ecco i prossimi appuntamenti del nostro progetto sull’invecchiamento attivo

Cominciano a brevissimo i 7 incontri aperti a tutti promossi grazie al bando della Regione Veneto vinto dalla Fondazione OIC onlus, in collaborazione con l’Associazione Agora’ – Terza Eta’ Protagonista.

Perdurando la situazione pandemica, gli incontri, di circa 90 minuti e tenuti da docenti molto qualificati, sono esclusivamente online ed e’ gia’ possibile iscriversi gratuitamente per partecipare (mediante il proprio pc, tablet e perfino smartphone).

Per iscriversi e’ sufficiente cliccare sugli appositi seguenti link: si verra’ automaticamente trasferiti sulla piattaforma Eventbrite dove completare con pochi dati e click la propria iscrizione.

Nuovi modi di vedere l’invecchiamento

Stili alimentari consigliati per la terza eta’

La nutrizione nella terza eta’: ricette e consigli utili

Truffe informatiche: come evitarle? Focus sulla privacy

Truffe informatiche: come evitarle? Focus sula navigazione in internet

Relazione affettiva e sessualita’ nell’anziano

Generatività e ruolo della persona anziana nella società: partecipazione attiva ed intergenerazionalità

Al via il percorso di formazione gratuito di Cultura dell’Invecchiamento attivo

Aperte le iscrizioni al percorso di formazione gratuito di Cultura dell’Invecchiamento Attivo promosso da Fondazione Opera Immacolata Concezione Onlus in collaborazione con l’associazione Agorà Terza Età Protagonista e rivolto a tutti gli anziani in pensione che intendono fare qualcosa che li aiuti a invecchiare bene e hanno compreso che farlo insieme è molto più efficace.

Il percorso rientra nel progetto “Legami tra Generazioni: longevi generativi e Reti di Comunità” (di cui la Fondazione Opera Immacolata Concezione Onlus è ente capofila) uno delle quattro iniziative promosse dalla “Rete Utenti per caso” presentata ufficialmente a palazzo Santo Stefano il 29 ottobre 2021.

Gli incontri di formazione gratuiti di “Cultura dell’invecchiamento attivo” si svolgono dalla seconda metà di gennaio il lunedì e il giovedì dalle 10 alle 16.30 nelle aule della Fondazione Oic Onlus  (via Toblino 53, Padova) e prevedono interventi di esperti, testimonianze di volontari e laboratori pratici in ambito digitale. A metà giornata è previsto un’ulteriore occasione di convivialità con il pranzo comunitario (nel pieno rispetto delle vigenti normative sanitarie).

«All’inizio ero un po’ scettica – racconta Marta, allieva dell’ultima edizione del corso – e non avevo ben capito di cosa si trattasse. Mi sono iscritta su consiglio di una cara amica ma con il passare del tempo ho capito che stavo acquisendo moltissime informazioni ed abilità utili per vivere con pienezza la mia vita. Sicuramente è stato del tempo speso molto bene».

Il percorso nella seconda metà di gennaio 2022 toccherà i temi:
 – dell’invecchiamento attivo: bisogni dell’anziano e strategie per invecchiare bene; i passaggi d’età, affettività e memoria; riprogettarsi nella vita di comunità; empowerment personale e sociale;
– del volontariato come opportunità per la ripartenza personale: le associazioni del territorio, le loro attività, i servizi comunali di supporto, la cittadinanza attiva;
– delle competenze digitali: chat, videochiamate, mail e internet, smartphone, PC e quant’altro serve per facilitare la partecipazione e la socializzazione.

Nel video che segue la dr.ssa Alessandra Bocchio Chiavetto, coordinatore dei corsi, racconta il senso e la struttura dei percorsi Protagonisti Relazioni Generative che da dodici anni si svolgono in Fondazione Oic Onlus

Al percorso possono iscriversi over 60 in pensione chiamando la la segreteria dall’associazione Agora’ Terza Eta’ Protagonista ai numeri 049.8281745 e 349.4734197 il lunedì e giovedì 10 alle 12.

3° Meeting Progetto Erasmus+ “E.S.E.” European Senior Exchange – Visita virtuale a Lubiana

Il 3 e 4 Novembre 2021 abbiamo partecipato ad un meeting on line condotto da CDI Univerzum Ljubljana, Slovenia all’interno del progetto Erasmus+ European Senior Exchange di cui l’associazione Agorà è l’unico partner italiano.

I partner di CSI Univerzum ci hanno accompagnati in una interessante visita del loro paese e della città di Lubiana in forma virtuale. Sarebbe stato bello vedere di persona le bellezze culturali del posto e conoscere dal vivo le esperienze, ma purtroppo le persone anziane hanno bisogno stare in sicurezza in questo periodo, evitando rischi portati dalla pandemia. I partner sloveni hanno però saputo creare un’esperienza interattiva che ha coinvolto un numeroso gruppo di soci dell’associazione Agorà e li ha fatti sentire come se fossero “sul posto”!

In qualità di coordinatrice di Progetto per Agorà ho proposto di trovarci tutti insieme in presenza per seguire il meeting: l’idea è stata quella di riunire un nutrito gruppo di soci dell’associazione in un’aula della Civitas Vitae della Fondazione OIC per seguire la visita, i racconti, le spiegazioni e le proposte del meeting tutto in lingua inglese!

Non tutti i nostri anziani conoscono l’inglese, perciò un ringraziamento speciale va a Roberto ed Angela che sono stati preziosissimi nell’aiutare a tradurre quanto veniva raccontato per permettere la comprensione a tutti!
Questa immersione nella lingua inglese è stata per molto intensa ma allo stesso tempo affrontata con curiosità e voglia di imparare! È stato quasi come un vero viaggio: abbiamo visitato Lubiana, la National Gallery, e abbiamo potuto apprezzare l’arte e la storia della città. I soci hanno potuto sperimentare qualche parola di lingua slovena, e il gioco interattivo di comprensione di alcune parole rispetto a quanto descritto il giorno precedente è stato molto apprezzato: i soci si sono divertiti nel cercare di ricordare e selezionare le risposte corrette! Ad ogni quiz proposto, vi era un momento di riflessione ed un acceso confronto tra i presenti per indicare la risposta …sperando fosse quella corretta! È stato un momento di conoscenza molto divertente!
I soci (over 70) dell’associazione Agorà ringraziano per questa bella opportunità, sia perché è stata occasione per “viaggiare all’estero” in tutta sicurezza, sia perché organizzata in gruppo nella stessa aula. È stata una delle poche occasioni per ritrovarsi e rivedersi, non più soli davanti ad uno schermo, occasione che ha riportato al centro la relazione tra anziani, protagonisti di questo progetto!

Il belcanto e la narrazione del territorio: il concerto “Opera Lirica per tutti” il 22 ottobre alle 16.00 in presenza presso la Civitas Vitae A.Ferro a Padova

Saranno Erica Zulikha Benato (mezzosoprano), Askar Lashkin (baritono) e Cristiano Zanellato (pianoforte) i protagonisti del concerto offerto da Comune di Padova, Fondazione OIC onlus, Ass. Famiglie e Pensionati e La citta’ delle idee venerdi 21 ottobre alle 16.00 presso la Sala Tono della Civitas Vitae A.Ferro, in via Toblino 53 a Padova.

L’evento, che fa parte della Rassegna “Il Belcanto e la narrazione del territorio” in cui collaborano, diverse associazioni dtra le quali VADA Civitas Vitae, Centro Sociale Armistizio e i Circoli Noi della zona, vuole essere un’occasione per  rispondere al  bisogno di rivitalizzazione e risocializzazione delle persone (in particolare anziane), riportandole a vivere momenti collettivi di incontro e di godimento di momenti di canto lirico e romanze famose e popolari. Tutti gli eventi di questa serie sono pensati per essere spettacoli che prevedono anche una rappresentazione teatrale e in costume di racconti, fatti, episodi anche storici che riguardano in particolare la vita del Quartiere e i luoghi utilizzati per gli eventi. 

La partecipazione e’ gratuita ed avviene nel rispetto della normativa anti-covid vigente.

2° Meeting dei partner del progetto Erasmus+ “ESE” European Senior Exchange – visita virtuale al Civitas Vitae A.Ferro, Fondazione OIC .

L’8,9 e 10 Giugno 2021 la associazione Agorà, partner del progetto europeo Erasmus+ “ESE” European Senior Exchange, ha organizzato il suo primo meeting internazionale per i membri del consorzio e i diretti partecipanti (http://www.europeanseniorexchange.eu/index.php/it/). Il progetto triennale ESE, avviato nel 2020, si concentra sull’attività di formazione degli anziani e scambio di esperienze fra i vari paesi al fine di costruire e aggiungere solidità all’identità europea.

A causa delle restrizioni sanitarie legate al Covid-19 l’evento si è svolto completamente online, per fortuna le tecnologie oggi a disposizione lo rendono possibile.

In tale occasione l’Associazione Agorà ha presentato le sue attività e il contesto in
cui le sviluppa. La prima giornata è iniziato con una presentazione virtuale della Civitas Vitae A. Ferro presso la Fondazione OIC di Padova, sapientemente guidata dal Dott. Guido Masnata e accompagnata da un saluto del Direttore Generale Dott.Fabio Toso.


L’associazione Agorà ha infatti la sua sede nella “cittadella della vita” (questa la traduzione in italiano della espressione latina Civitas Vitae) che comprende un insieme di strutture socio sanitarie presso le quali i soci dell’associazione svolgono le loro attività di volontariato.

A seguito del saluto del presidente di Agorà Vitaliano Spiezia, nel pomeriggio sono seguite le presentazioni delle principali attività di Agorà da parte del volontario Roberto Menin (ex professore in pensione) e di quelle dell’Associazione VAdA da parte della sua presidente Iolanda Gentile (ex professoressa in pensione).

L’ Associazione V.A.d.A. e l’esperienza dei PodCast per gli anziani ospiti delle residenze

L’ associazione V.A.d.A. che da anni presta normalmente servizio presso le residenze della Civitas Vitae Ferro della Fondazione OIC, ha dovuto interrompere la preziosa attività di volontariato, sia durante il lockdown sia nella seconda e terza ondata. La Presidente Iolanda Gentile, ci racconta in questo video vissuti, pratiche ed esperienze innovative quali quelle dei podcast, per realizzare la mission associativa di “Vicinanza e ascolto” agli anziani ospiti delle Residente per confortare la solitudine degli anziani.

Un’importante risultato per il nostro partner Agora’ – Terza Eta’ Protagonista

AGORA’ – Laboratorio Terza Età Protagonista, l’Associazione promossa dalla Fondazione OIC onlus e da sempre attrice protagonista di tutte le iniziative integenerazionali, e’ diventata con successo il partner italiano del Progetto Europeo triennale Erasmus+ che ha per titolo European Senior Exchange.

Oltre ad Agorà partecipano al progetto: ONG HIHTAST Belgio (capofila), Ljudska univerza Kranj SloveniaCenter za dopisno izobrazevanje Univerzum Slovenia, Inicijativa za engleski i kulturu  Croatia.

Questo progetto si concentra sull’attività di formazione degli anziani e scambio di esperienze fra i vari paesi al fine di costruire e aggiungere solidità all’identità europea. Viene utilizzato un linguaggio comune per comunicare (lingua inglese) e viene quindi proposto l’apprendimento della lingua con il metodo Callan. C’è poi la necessità per gli studenti senior di un’abilità digitale che possa colmare il divario digitale tra anziani e giovani, ed ecco quindi programmate lezioni di ICT con metodologie adatte.  Per realizzare il progetto c’è bisogno di volontari ed a questo scopo le organizzazioni partner cercheranno di attirare nuovi volontari per condividere conoscenze ed esperienze creando una forma di cittadinanza europea.  Gli studenti adulti più anziani trarranno vantaggio dai loro insegnanti e colleghi e attraverso questo progetto potranno viaggiare in altri paesi europei.

Non è sempre facile insegnare agli studenti anziani quando gli educatori sono una o anche due generazioni più giovani. Ma alcuni dei partner di questo progetto come l’ONG Hihtast e Agorà sono molto esperti nel lavorare con studenti senior. Agorà ha svolto ricerche in passato e sta ancora collaborando con diverse università per migliorare il livello dei suoi formatori.  I membri della ONG HIHTAST hanno iniziato con Agorà una collaborazione ancora nel 2012 in un progetto Grundtvig che aveva tra gli obiettivi anche lo scambio di studenti senior attraverso l’Europa.

L’evento finale “Anziani Generativi: buone prassi per l’invecchiamento attivo” del progetto sostenuto da Regione Veneto (DGR nr 1170 del 07/08/2018) sarà online il prossimo 26 novembre alle 10.00

A causa delle limitazioni imposte dalla pandemia, l’evento di chiusura del progetto non sara’ purtroppo un incontro in presenza (come avremmo voluto) ma un appuntamento online, trasmesso in diretta sia sul nostro canale Youtube sia sulla nostra pagina Facebook ma anche sul canale Youtube della Fondazione OIC onlus.

Il programma potrebbe subire qualche piccola variazione migliorativa ma e’ gia’ possibile iscriversi cliccando su questo link o semplicemente seguendo la procedura guidata qui sotto.

Vi aspettiamo numerosi!

Tecnologia amica dell’anziano: tra paure e risorse e opportunità

In questa 2° playlist abbiamo raccolto alcune interviste raccolte durante il lockdown sul tema dell’uso della tecnologia come amica dell’anziano. Voglia d’imparare, paura di non riuscire, risorse personali messe in gioco e accompagnamento per apprendere insieme l’uso di uno strumento che permette di non rimanere soli ma di sentirsi coinvolti, sono solo alcuni dei temi affrontati. I racconti ci sembrano poter dare un’utile testimonianza del valore di imparare tecnologie utili a comunicare e diminuire la solitudine. Le interviste realizzate fanno parte del progetto Ri-connessioni, di cui trovate introduzione e racconto a questo link a cura della Dott.ssa Alessandra Bocchio Chiavetto